profilazione psicometrica per le risorse umane

Nov 23, 2023

Scritto dal team portrait

La profilazione psicometrica per le risorse umane

La profilazione psicometrica per le risorse umane, permette di identificare il giusto match tra i candidati e le posizioni lavorative offerte dall’azienda.

Comprendere in anticipo le attitudini e l’atteggiamento delle risorse in organico e dei candidati nei confronti di una posizione lavorativa, di un piano di formazione o di uno specifico progetto aziendale, rappresenta un vantaggio incredibile per l’HR manager.

Le tecniche di profilazione standard come i modelli Big Five (OCEAN), Life satisfaction, Schwartz Values, IQ etc. sono da tempo uno strumento di misurazione in ambito HR.

Oggi è possibile potenziare questi modelli con l’intelligenza artificiale e rilevare il profilo psicometrico di dipendenti e candidati in tempo reale.

tecniche di profilazione nelle risorse umane

Perché utilizzare la profilazione psicometrica in ambito HR?

Trovare la giusta corrispondenza tra le proprie attitudini personali e i requisiti alla base di una posizione lavorativa rappresenta un “win-win” per l’azienda, che ottimizza il proprio processo di selezione e la produttività organizzativa, e per la persona, che si troverà a suo agio sul posto di lavoro e con la propria professione.

Inoltre, identificare l’atteggiamento del personale nei confronti dell’andamento organizzativo o di un nuovo progetto consente di anticipare le esigenze, prevedere il rischio di turnover e adeguare le scelte della funzione HR.

In poche parole, la profilazione psicometrica applicata all’HR consente di adeguare la comunicazione interna e orientare le scelte HR in funzione del profilo di candidati e dipendenti.

Come fare profilazione psicometrica in ambito HR?

L’analisi delle function words utilizzate entro pochi scambi di conversazione o all’interno del testo contenuto in form di candidatura, CV, e-mail, messaggi, informazioni anagrafiche, chat, ad esempio, consente di tracciare il quadro psicografico delle proprie risorse come, ad esempio, la capacità di lavorare in team e di creare empatia all’interno del posto di lavoro, il livello di motivazione e sicurezza di sé, la capacità di apprendimento e decision making.

Conoscere i principali tratti psicometrici delle proprie persone consente di orientare le scelte HR nella predisposizione dei piani di formazione o di nuovi progetti interni, nell’ambito dei processi di selezione e recruiting, nella raccolta di feedback e nei progetti di assessment.

I vantaggi della profilazione psicometrica in ambito HR.

L’impiego della profilazione psicometrica in ambito HR contribuisce a migliorare la qualità delle decisioni e a ottimizzare le attività di gestione delle risorse umane.

La profilazione psicometrica fornisce agli HR manager uno strumento potente per prendere decisioni più informate, migliorare la gestione delle risorse umane e promuovere un ambiente di lavoro più efficace e soddisfacente per i dipendenti.
L’analisi psicometrica contribuisce a rendere più efficace la selezione del personale, predisporre piani di formazione e sviluppo personalizzati, migliorare a collaborazione e il clima aziendale, contribuire alla riduzione del turnovere alla gestione efficace del cambiamento, migliorare la comunicazione interna, favorire la valutazione obiettiva delle competenze, facilitare la previsione delle performance individuali.

tratti psicometrici nelle risorse umane

Le risorse per fare profilazione psicometrica in ambito HR

La misurazione dei tratti della personalità di dipendenti e candidati è un aspetto importante della funzione HR.

Conoscere le proprie persone è la base per poter costruire una solida organizzazione.

Questionari di Personalità come il Myers-Briggs Type Indicator (MBTI) o Big Five Personality Traits (OCEAN), tecniche di valutazione delle abilità cognitive, piani di assessment, interviste comportamentali e test psicometrici, sono alcuni degli strumenti utilizzati dagli HR manager per orientare scelte e strategie di gestione del personale.

L’applicazione dell’intelligenza artificiale all’analisi psicometrica delle risorse consente di ottenere risultati in maniera veloce e priva di bias, grazie all’analisi delle function words utilizzate all’interno di un form candidatura, lettere di presentazione, CV, e-mail, messaggi, informazioni anagrafiche, chat…

Comprendere le caratteristiche psicometriche predominanti dei membri del proprio team fornisce una guida preziosa per le decisioni in ambito HR, sia che si tratti della progettazione di programmi di formazione o di nuove iniziative interne, sia nell’ambito della selezione e dell’assunzione di nuove risorse.

Questa consapevolezza si rivela utile anche nella raccolta di feedback e nei progetti di valutazione delle competenze.

Come funziona la profilazione psicometrica in ambito HR?

La profilazione psicometrica supporta la selezione del personale aiutando a identificare i candidati che meglio si adattano alle esigenze specifiche del ruolo e alla cultura aziendale. Misurando tratti di personalità, competenze e comportamenti, le aziende possono prendere decisioni di assunzione più informate.
Allo stesso modo, con l’analisi psicometrica è possibile identificare aree di forza e di sviluppo per ciascun dipendente. Questo permette di personalizzare programmi di sviluppo professionale, training e percorsi di carriera, contribuendo così alla crescita e al progresso dei dipendenti all’interno dell’organizzazione.

Comprendere la personalità e le preferenze lavorative di ciascun membro del team aiuta a migliorare la collaborazione e il clima aziendale, così come a prevedere e migliorare le performance lavorative individuali.

Durante periodi di cambiamento organizzativo, la profilazione psicometrica può aiutare a comprendere come i dipendenti reagiranno al cambiamento. Ciò consente agli HR di implementare strategie di gestione del cambiamento più efficaci e predisporre la migliore comunicazione interna.

Inoltre, la profilazione psicometrica può aiutare a promuovere la diversità e l’inclusione identificando i bias impliciti nei processi decisionali. Utilizzando strumenti obiettivi, le aziende possono ridurre la possibilità di discriminazioni e favorire un ambiente di lavoro più inclusivo.

Quali sono i tratti psicometrici utili alla funzione HR?

In ambito HR, diversi tratti psicometrici sono rilevanti per comprendere le abilità, le preferenze lavorative e le dinamiche personali dei professionisti delle risorse umane.

Tra i tratti che è possibile rilevare con le tecniche di profilazione psicometrica:

  • l’aspirazione all’autorealizzazione sul posto di lavoro e a creare connessioni con gli altri,
  • la sicurezza di sé e la capacità decisionale,
  • la capacità di gestire lo stress,
  • avere buone doti di concentrazione e apprendimento,
  • la capacità di creare empatia,
  • la propensione a lavorare in gruppo o piuttosto individualmente,
  • l’attitudine alla leadership…

La capacità di identificare in anticipo questi aspetti caratteriali permette di ottimizzare la gestione delle risorse e dei processi HR.

KPI profilazione psicometrica risorse umane

I KPI DELLA PROFILAZIONE PSICOMETRICA NELLA FUNZIONE HR

I Key Performance Indicators (KPI) nella profilazione psicometrica in ambito HR possono variare a seconda degli obiettivi specifici dell’organizzazione e delle sfide che si vogliono affrontare.
Tuttavia, alcuni KPI comuni possono includere:

Rendimento delle assunzioni, in base alla corrispondenza tra le caratteristiche psicometriche dei candidati e i requisiti del ruolo;

Riduzione del Turnover, in base alla corrispondenza tra attitudini e aspettative del dipendente con la cultura aziendale;

Efficacia nella Formazione, nel migliorare le competenze e le prestazioni dei dipendenti, sulla base delle caratteristiche psicometriche;

Valutazione della soddisfazione dei dipendenti nel contesto delle dinamiche di team e della cultura aziendale;

Risultati delle valutazioni delle competenze e performance del team, alla luce delle caratteristiche psicometriche, evidenziando le aree di forza e di sviluppo.

Altri articoli dal nostro blog

Profilazione Psicometrica per le vendite

Profilazione Psicometrica per le vendite

La profilazione psicometrica per le vendite si posiziona come uno strumento potente per ottenere una visione approfondita dei clienti, consentendo alle aziende di adattare le loro strategie di vendita in modo più mirato ed efficace.

Profilazione Psicometrica per il marketing

Profilazione Psicometrica per il marketing

La profilazione psicometrica per il marketing permette di individuare i principali tratti caratteriali e il comportamento atteso di prospect e clienti per impostare la strategia di comunicazione e delle campagne marketing.

tag portrAIt

SEGUICI SU LINKEDIN

Curioso di conoscere altro sulla profilazione psicometrica per le risorse umane? Seguici su Linkedin.

logo portrait profilazione psicometrica

Sede Operativa
Viale Fulvio Testi, 128 20092 – Cinisello Balsamo (MI)

Sede Legale
Via Meuccio Ruini 10, 42124 - Reggio Emilia (RE)

Risorse

Guide

Cookie Policy

Privacy Policy

Codice Etico

Social Network